Sulla poltrona di un ospedale..

L’attesa a volte può fare più male di un’ operazione.

Non lo. Dicono i medici non è clinicamente testato ma la dice in questo momento la mia mente e il tremolio delle mie gambe.

Ritrovarsi in una sedia d’ospedale ad aspettare apre ferite grandi, apre pensieri disconnessi tra loro e soprattutto ti fa pensare.

La cosa che si nota da subito è la differenza, la differenza nell’essere puntuali professionali e veloci, veloci nel reagire nell’aiutare e nel trovare una soluzione o almeno nel provare, io invece quando aspettavo sulla sedia di legno che mamma uscisse da quella stanza sapevo soltanto che era lì ormai stanca ad aspettare il suo momento.

Provo rabbia, spesso.

Provo dispiacere perché in quel momento ignara e ignorante,poco informata e incinta.

Mi tremano le gambe perché gli. Ospedali sono tutti uguali, in alcuni si vivono gioie in altri dispiaceri.

Oggi spero tanto di provare una gioia nel vedere la persona che mi sta vicino finalmente poter camminare a schiena dritta e testa alta senza problemi e vivere finalmente una vita normale.

Chiudendo un capitolo di brutti ricordi spero di poterne aprire uno di passi avanti verso un futuro sereno e felice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...